Compagnia di Balletto 

Beatrice Belluschi




IL REPERTORIO DELLA COMPAGNIA

Descrizione immagine

COPPELIA’  (o ‘La ragazza dagli occhi di smalto’)


- musica L. Delibes – cor. A. Saint Leon -


Balletto di ‘Demi-caractere’ – in 2 atti e 3 scene- rappresentato per la prima volta all’Opera di Parigi nel 1870. La versione presentata dalla Compagnia è liberamente ispirata all’originale. Nelle coreografie, Beatrice Belluschi conserva le Danze di Carattere, con la celebre Mazurca del I° atto, gli aspetti pantomimici della coreografia originale di Saint Leon, la vivacità dei costumi e le caratteristiche che hanno reso‘Coppelia’ un capolavoro del Balletto classico.

Sulla piazza di un ameno paesino agreste si trova il laboratorio di uno strano personaggio, un po’ mago un po’ istrione, Coppelius, che ama esporre le sue bambole, tra cui la sua preferita -Coppelia- , così bella da attirare le attenzioni del giovane Franz e conseguentemente le gelosie della fidanzata Swanilda. Le giornate trascorrono tra danze amichevoli e schermaglie amorose…….

 

Descrizione immagine

DON CHISCIOTTE’


 Il Balletto si basa sul famoso romanzo di Miguel de Cervantes dal titolo omonimo. Esistono numerosi adattamenti del lavoro, ma la versione più celebre e acclamata è quella del coreografo Marius Petipa sulla musica di Léon Minkus, rappresentata per la prima volta nel 1869 a Mosca dal Balletto del Bolshoj, versione alla quale la Compagnia di Beatrice Belluschi si ispira con coreografie originali.

La trama narra del tentativo infruttuoso di un uomo molto ricco, Gamache, di sposare la bella Kitri che invece si innamora di Basilio, un giovanotto del villaggio…..

Descrizione immagine

‘IL LAGO DEI CIGNI’


E’ uno dei più famosi e acclamati Balletti del XIX° secolo, musicato da Pyotr Ilyich Ciajkovskij. Nel 1895 ebbe luogo il primo allestimento coreografato da Marius Petipa e Lev Ivanov, suo assistente, presso il Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Beatrice Belluschi riprende per la Compagnia la trama originale e la sequenza delle danze con coreografie proprie, lasciando alcune pietre miliari della coreografia di Repertorio.

In un parco di fronte al castello, il principe Sigfried festeggia con gli amici il suo compleanno. I contadini gli porgono gli auguri e lo intrattengono con le loro danze. Giunge la Regina madre, che esorta il figlio a trovare una sposa tra le ragazze da lei invitate al Ballo del giorno dopo.

Il principe Sigfried e i suoi amici decidono di andare a caccia e s’inoltrano nella foresta. Sulle acque di un lago nuotano i cigni, in realtà bellissime fanciulle stregate dal malvagio mago Rothbart, che possono assumere forma umana solo di notte. I cacciatori prendono la mira, ma proprio in quel momento i cigni si trasformano in fanciulle. La loro regina, Odette, narra al principe la loro triste storia, spiegando che solo una promessa di matrimonio fatta in punto di morte potrà sciogliere l’incantesimo che le tiene prigioniere……

Descrizione immagine

QUATTRO PASSI PER TORINO’


(tra miti, leggende e realtà)


 musiche: J.S. Bach, L. van Beethoven, F. Haendel, R. Marengo, C. Orff, M. Ravel, E. Satie, G. Verdi, P. Conte

Coreografie originali di Beatrice Belluschi

 Torino città magica, città di storia e cultura, di lavoro e creatività, città di sport e grandi eventi, sempre in movimento, proiettata nel futuro. Un affascinante percorso di danza, musica e immagini partendo dal Mito originario di Fetonte, attraverso le leggende magiche, le mirabili architetture barocche, l’epopea risorgimentale, sino alla realtà dei nostri giorni. Un viaggio per valorizzare colori e atmosfere della prima Capitale d’Italia.

Descrizione immagine

DAI TANGHI DI PIAZZOLLA AL MUSICAL AMERICANO’


musiche: A. Piazzolla, C. Gardel, A.L. Webber, G. Gershwin

Coreografie originali di Beatrice Belluschi


Musica, danza, canto e poesia si intrecciano magicamente in questo Spettacolo per evocare le struggenti atmosfere del Tango argentino, ‘un pensiero triste che si balla’, nella definizione di Astor Piazzolla, che col suo inconfondibile ‘bandoneon’ ne ha diffuso il mito in tutto il mondo. E prima di lui il Tango aveva la voce seducente e vibrante di Carlos Gardel….

Sempre in America, ma (molto) più a Nord, esplode invece il ‘Musical’. Con la sua carica travolgente e la sua esuberanza quasi irreale può essere considerato a buon diritto ‘l’unica forma di Favola inventata dal XX° secolo’. E la Favola rivive sulle note coreografate di: ‘Sunset Boulevard’, ‘My fair lady’, ‘Cats’, ‘Cabaret’, ‘Evita’, ‘Jesus Christ Superstar’…..

Descrizione immagine

‘SOIREE CLASSIQUE’


Coreografie di Beatrice Belluschi

-dalle originali di M. Petipa – L. Ivanov-


‘Grand soirèe’ dedicata alla Danza Accademica con brani scelti dal prestigioso Repertorio Classico. Si alternano virtuosisticamente in scena ‘Passi a due’ , Variazioni e Danze di carattere tratte dal Lago dei Cigni, Don Chisciotte, Coppelia, sulle note meravigliose di Tchiakovsky , Minkus, Delibes.

Descrizione immagine

‘SCHIACCIANOCI’     -    musica  di P.I. Ciaikovskij

Coreografie  di  Beatrice Belluschi, dall’originale di M. Petipa e L. Ivanov

 

La prima rappresentazione del Balletto ebbe luogo nel 1892 in Russia presso il Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.  Il Balletto è una tra le più popolari composizioni della tradizione russa. Le musiche di Ciaikovskji appartengono ormai  alla tradizione romantica e contengono alcuni  brani  diventati memorabili come la Danza russa, il  Valzer dei fiori,  la Danza della Fata Confetto. 

Numerosi coreografi  si sono cimentati nell’interpretazione di questo Balletto di Repertorio. Il primo in assoluto è stato M. Petipa, con il suo assistente L. Ivanov.  Nell’allestimento,  Beatrice Belluschi ha creato le proprie coreografie mantenendo lo stile prettamente classico-accademico, conservando la Coreografia originale di Petipa del ‘Gran pas de Deux’ del 2°atto . La trama è quella tradizionale  e l’intento più significativo della coreografa è di dare al Balletto la caratteristica essenziale della fiaba,  con la sua magica atmosfera e il suo incanto natalizio .

Bookmark and Share